Piquadro S.p.A annuncia l'incremento di fatturato

Scritto da: -

Il Consiglio di Amministrazione di Piquadro S.p.A annuncia un incremento di fatturato. Tutti i dettagli nel post

messenger color cuoio.jpg

Il Consiglio di Amministrazione di Piquadro S.p.A, società attiva nell’ideazione, produzione e distribuzione di articoli di pelletteria dal design innovativo e dall’alto contenuto tecnologico, ha approvato lo scorso 4 agosto il resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 giugno 2011

Nel primo trimestre chiuso il 30 giugno 2011, il Gruppo Piquadro ha registrato un fatturato consolidato in decisa crescita: 12,4 milioni di euro, in aumento del 14% rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente, chiuso a circa 10,9 milioni di euro.

L’incremento del fatturato è riconducibile alle ottime performance registrate sui mercati asiatici a cui si è affiancata una crescita molto soddisfacente anche nel mercato italiano. 

L’incremento del fatturato nei mercati asiatici, che rappresentano l’8,3% del fatturato del Gruppo, è risultato pari al 34,6% ed è stato trainato dai mercati della cosiddetta Grande Cina comprensiva di Hong Kong, Cina, Taiwan e Macao dove sono stati aperti 10 nuovi negozi.

Il mercato italiano, che rappresenta il 76,2% del fatturato del Gruppo, ha invece registrato un aumento delle vendite pari al 14,7%. Infine il mercato europeo, la cui incidenza sulle vendite è pari al 15,5%, ha visto protagonista la Russia che, rispetto ad una crescita dell’area pari al 2,4%, ha registrato un incrementodelle vendite del 37,3%.

Hanno contribuito in maniera significativa alla crescita del fatturato dei primi tre mesi dell’esercizio 2011/2012 anche i ricavi registrati nel canale DOS che sono risultati in aumento di circa il 35,2% rispetto all’analogo periodo dell’esercizio 2010/2011.

Tale incremento è stato determinato sia dall’aumento dei volumi di vendita nei negozi esistenti, sia dal contributo fornito dai 18 nuovi negozi aperti dopo il 30 giugno 2010 (da cui vanno dedotti i tre negozi chiusi nel periodo).

L’andamento dei ricavi di vendita nel canale DOS a parità di perimetro, e quindi depurato delle vendite dei negozi non ancora aperti alla data del 1° aprile 2010, è stato positivo per il 15% a cambi correnti (a cambi costanti l’incremento è stato pari a +17,8%).

Le vendite del canale Wholesale, che al 30 giugno 2011 rappresentano il 73,2% del fatturato totale del Gruppo, sono risultate in aumento del 7,8% potendo beneficiare tra l’altro, rispetto all’omogeneo periodo dell’esercizio 2010/2011, dell’apertura di ulteriori 10 negozi in franchising, di cui 4 in Italia, 5 in Europa e 1 Canada. 

L’EBITDA del Gruppo Piquadro per il primo trimestre dell’esercizio 2011/2012 è pari a 2,49 milioni di euro (incidenza del 20,1% dei ricavi netti di vendita) in aumento di circa il 2% rispetto a quanto realizzato nell’analogo periodo dell’esercizio 2010/2011 (2,44 milioni di euro pari al 22,4% dei ricavi netti di vendita).

In considerazione del fatto che nel primo trimestre dell’esercizio precedente la perfomance (a livello di EBITDA) era stata positivamente influenzata dalla somma ottenuta di trecentomila euro quale avviamento per la cessione del contratto d’affitto del negozio di Francoforte, la crescita dell’EBITDA nel trimestre chiuso al 30 giugno 2011, al netto di tale effetto, risulta pari al 16,2% circa (2,49 milioni di euro al 30 giugno 2011 contro 2,14 milioni di euro al 30 giugno 2010). 

L’EBIT di Gruppo per il primo trimestre si è attestato a circa 2 milioni di euro (il 16,2% dei ricavi netti di vendita), in aumento di circa il 2,1% rispetto al 30 giugno 2010 (1,96 milioni di euro, pari al 18,0% dei ricavi netti di vendita).

In considerazione del fatto che nel primo trimestre dell’esercizio precedente la perfomance (a livello di EBIT) era stata positivamente influenzata dalla somma ottenuta di trecentomila euro quale avviamento per la cessione del contratto d’affitto del negozio di Francoforte, la crescita dell’EBIT nel trimestre chiuso al 30 giugno 2011 comparata con l’omogeneo periodo dell’anno precedente, al netto di tale effetto, è di circa il 20,6% (2 milioni di euro al 30 giugno 2011 contro 1,66 milioni di euro al 30 giugno 2010).  

Nel primo trimestre 2011, l’Utile Netto del Gruppo passa a 1,19 milioni di euro, in diminuzione di circa il 5,9% se confrontato con 1,27 milioni di euro raggiunti nell’analogo periodo dell’esercizio precedente.

In considerazione del fatto che nel primo trimestre dell’esercizio precedente la perfomance (a livello di Utile Netto) era stata positivamente influenzata dalla somma ottenuta di trecentomila euro quale avviamento per la cessione del contratto d’affitto del negozio di Francoforte, la crescita dell’utile netto nel trimestre chiuso al 30 giugno 2011, depurato da tale effetto, mostra un incremento del 23,1% circa confrontato con ll’omogeneo periodo dell’esercizio precedente. 

Al 30 giugno 2011, la Posizione Finanziaria Netta risulta negativa per 4,14 milioni di euro evidenziando un aumento rispetto al dato del 31 marzo 2011 di circa 469 migliaia di euro e di 842 migliaia di euro verso il 30 giugno 2010. La variazione è leggermente negativa in ragione delle dinamiche di crescita del magazzino, ed in parte dei crediti commerciali. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Economiaefinanza.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano