Dichiarazione redditi 2012: 5 per mille, tutte le informazioni utili

Scritto da: -

Tutto sul 5 per mille dell'Irpef: a chi destinarlo e come presentare domanda per rientrare nelle liste dell'Agenzia delle Entrate.

5permille1-scelta.bmp

Nella dichiarazione dei redditi 2012 i contribuenti possono destinare una quota pari al 5 per mille dell’Irpef a finalità di interesse sociale.

In sintesi, possiamo destinare il 5 per mille a sostegno degli enti del volontariato, finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università, finanziamento agli enti della ricerca sanitaria, sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente, sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Coni a norma di legge che svolgono una rilevante attività di interesse sociale.

Da quest’anno tra le categorie di enti e associazioni a cui è possibile destinate il 5 per mille, ci sono anche attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

Le associazioni che intendessero essere incluse negli elenchi del 5 per mille devono presentare online varie tipologie di documenti attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Per la trasmissione occorre effettuare alcune operazioni preliminari, comuni a tutte le tipologie di documenti.

Compilare i documenti - Per presentare un documento in via telematica è necessario utilizzare un prodotto che consenta di compilarlo in formato elettronico. E’ comunque possibile utilizzare qualsiasi prodotto disponibile sul mercato. In questo caso è necessario verificare la coerenza dei dati con le istruzioni dell’Agenzia per i vari modelli telematici, utilizzando la procedura di controllo che segnala immediatamente eventuali difformità.

Preparare il file da inviare - Completata la compilazione del documento, prima di procedere all’invio, è necessario aggiungere alcune informazioni che consentono di verificare la provenienza dei dati e di trasformare la rappresentazione dei dati stessi in modo che possano essere letti soltanto dall’Agenzia delle Entrate (autenticazione). A tal fine è necessario utilizzare un’apposita applicazione (”File internet” per gli utenti abilitati a Fisconline ed “Entratel” per gli abilitati al servizio).

Inviare il documento - Per inviare il file così preparato (autenticato) occorre accedere alla sezione Servizi per - Invio, allegare il file e premere il bottone OK. L’invio può ritenersi effettuato solo quando il sistema fornisce in risposta la pagina di conferma della trasmissione, che riporta anche il protocollo attribuito all’invio.

Visualizzare e stampare le ricevute - Per verificare l’esito della trasmissione, occorre accedere alla sezione Ricevute, dove per ogni invio effettuato è disponibile la relativa ricevuta. In particolare, per ogni documento trasmesso telematicamente e regolarmente acquisito dal sistema, viene predisposta una comunicazione di avvenuta presentazione. Se, invece, i dati trasmessi non sono corretti, il sistema produce una comunicazione di scarto. Gli utenti Fisconline possono visualizzare e stampare la comunicazione direttamente dal sito web. Gli utenti Entratel devono, invece, scaricare il file contenente le ricevute sulla loro postazione di lavoro ed elaborare il file con l’applicazione Entratel.

Fonte: Agenzia delle Entrate

LINK UTILI

Dichiarazione dei redditi 2012: quale modello presentare 

Dichiarazione redditi 2012: modello 730, come e dove si presenta 

Dichiarazione redditi 2012: modello 730, i documenti da presentare

Dichiarazione redditi 2012: modello Unico, ecco chi lo deve presentare

Vota l'articolo:
3.33 su 5.00 basato su 3 voti.