Crollo borse europee: avvio contrastato, preoccupazione per la Grecia

Scritto da: -

Sui mercati dell'Unione prevale l'incertezza anche a causa della situazione in Grecia dopo le elezioni politiche e la rinuncia di Samaras a formare un nuovo esecutivo.

medium_479370088.jpg

Avvio di seduta contrastato per le borse europee, mentre crescono i timori per la situazione politica in Grecia, dove, dopo le elezioni di domenica, si sta tentando di formare un nuovo governo.

Antonis Samaras, leader del principale partito conservatore, Nea Demokratica, non è riuscito a formare una coalizione di governo ed ha rassegnato il suo mandato. Il capo dello stato greco affiderà oggi l’incarico al leader del partito di sinistra Syriza che ripeterà il tentativo di formare un esecutivo.

“Si guarda alla prossima preoccupazione, ovvero che i Greci parlino per sei ore senza giungere a un accordo”, spiega Justin Haque, trader di Hobart Capital Markets. “Se l’Fmi smettesse di finanziare la Grecia, il paese sarebbe destinato a morire di fame”.

Attorno alle 10,20 italiane, l’indice delle bluechip europee FTSEurofirst 300 perdeva l’1% circa.

Per quanto riguarda le singole piazze, Londra cede lo 0,51% e Parigi l’1,745. Francoforte, dopo aver rinviato l’apertura per oltre un’ora a causa di problemi tecnici, ora cede lo 0,46%.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.