Jusp: la via italiana ai pagamenti on line

Scritto da: -

Fondato da due ragazzi lombardi, il terminale che permette di pagare con ogni smarthphone, tablet e computer. Il mercato è promettente ma già pieno di concorrenti.

jusp_8515.jpg

L’Italia delle startup affila le armi di fronte ai colleghi stranieri. E i risultati arrivano.

Il settore in questo caso è quello delle transazioni on line già popolato di progetti interessanti come l’americana Square, fondata da Jack Dorsey e partecipata da Visa e la svedese IZettle. Parliamo di strumenti elettronici che trasformano ogni smarthphone, tablet o computer in un terminale per accettare pagamenti con carte di credito.

La terza via si chiama Jusp, un progetto tutto italiano partito in questi giorni con una beta sperimentale grazie alla determinazione di due ragazzi lombardi di 25 anni, Jacopo Vanetti e Giuseppe Nicola Calderano. A differenza dei suoi concorrenti Jusp punta sulla sicurezza, sulla compatibilità e sulla flessibilità.

Il dispositivo prevede un supporto fisico leggermente più ingombrante dotato di tastierino che si collega alla presa cuffia del telefono o tablet. È compatibile con la quasi totalità di smartphone e tablet sul mercato (sia iOS, sia Android). Quindi il sistema non si limita a leggere i dati della carta e inviarli on line, ma permette di operare sui tasti ad un maggiore livello di sicurezza. Inoltre Jusp è l’unico al momento ad accettare pagamenti anche con carte di debito (bancomat, Maestro).

Il modello prevede una commissione sul volume di pagamenti generato, senza costi fissi o di abbonamento.

Il servizio, attualmente in fase sperimentale, è usato da 200 utenti e verrà lanciato in autunno al fianco di un partner bancario non ancora rivelato. Nel 2013 è previsto lo sbarco in Europa.

Intanto negli stati Uniti è appena arrivato PaypalHere che ha raccolto 200mila clienti nel primo mese di attività mentre in autunno Apple si prepara a lanciare l’app Passbook per conservare in maniera sicura carte fedeltà, carte d’imbarco e altri documenti legati al consumo.

Vai al sito.

Vota l'articolo:
3.33 su 5.00 basato su 21 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Economiaefinanza.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano