Spending review 2012: via 1 statale su 10, sindacati sul piede di guerra

Scritto da: -

Nella bozza del decreto sulla spending review ci sono molti tagli e questo non servirà comunque a fermare l'aumento dell'Iva....

spending-review-bozza-infophoto.jpg

Siamo molto vicini alla stesura del testo definitivo della Spending review che potrebbe far risparmiare 10 miliardi l’anno, ma che probabilmente non ci salverà dall’aumento dell’Iva a ottobre. (Foto Infophoto)

L’aliquota Iva salirà a partire da gennaio, invece che di 2 punti e mezzo, due da ottobre e un altro mezzo punto dal gennaio 2014, come annunciato all’uscita della manovra Monti, di un solo punto, dal 21 al 22% per l’aliquota standard e dal 10 all’11% per quella ridotta; crescerà poi di un ulteriore mezzo punto dal 2014.

Eppure i tagli ci sono, eccome, e riguardano principalmente sanità, giustizia e pubblico impiego.

Il viceministro del Tesoro Vittorio Grilli - come riporta Internet e politica - ha confermato l’indiscrezione pubblicata qualche giorno fa: 

“Nella spending review è previsto il taglio del 20% dell’organico dei dirigenti della Pa e del 10% dei dipendenti. Ma non solo, previste sforbiciate alle consulenze, alle spese per acquisto di beni e servizi oltre all’accorpamento di enti. Sospesi i concorsi per dirigenti, tagliate le risorse alle università e agli statali”

Proprio ieri 3 luglio 2012 la Camera ha votato Sì al primo decreto legge che istituisce la spending review. Il testo è stato approvato con 387 sì, 20 no e 47 astenuti. Il decreto, che ora torna al Senato, scadrà il 7 luglio.

Nella bozza del testo - riporta una nota dell’Agi - sono previsti il blocco degli stipendi e le ferie coatte per i dipendenti pubblici; la riduzione dei permessi sindacali del 10% per gli statali a partire da gennaio del 2013. Inoltre il fondo sanitario viene ridotto di 3 miliardi in due anni (un miliardo per il 2012 e due per il 2013); chiusi i piccoli ospedali e previsti circa 30mila posti letto in meno negli ospedali pubblici, con un rapporto di 3,7 posti letto per mille abitanti contro gli attuali 4,2.

Per fortuna verrà ridotta anche la spesa sulle auto blu che nel 2013 non dovrà superare il 50% di quanto speso nel 2011. 

Ma i sindacati non ci stanno e minacciano lo sciopero generale.

LINK UTILI

Spending review 2012: tagli a sanità, giustizia e statali.

Governo italiano sprechi e tagli: ecco come la pensa il popolo web.

Spending review: Monti assume Bondi… che aveva assunto suo figlio.

Spending review e rischi di nuove manovre.

Vota l'articolo:
3.40 su 5.00 basato su 5 voti.