Albergo risarcimento: disservizi, furti e infortuni, ecco come chiedere i danni

Scritto da: -

La vostra vacanza è stata rovinata per colpa dell'albergo in cui alloggiate? Siete caduti e vi siete fatti male? Il vostro 4 stelle non ne vale neanche 2? Ecco come chiedere risarcimento

albergo-disservizi.jpg

Abbiamo visto come evitare, durante le vostre meritate vacanze estive, di incappare in fregature e come chiedere risarcimento se ritenete di aver subìto danno da vacanza rovinata.

Analizziamo nello specifico cosa potrebbe accadervi in albergo e come porvi rimedio, grazie ai consigli dell’Unione Nazionale dei Consumatori.

Ad esempio se la camera affaccia su un cantiere in piena attività scatta l’ipotesi di danno “da vacanza rovinata” pienamente risarcibile.

Il consiglio è di tenere gli scontrini e le ricevute, produrre un video e scattare foto, se possibile raccogliere anche altre testimonianze. Entro 10 giorni dal rientro, inviate una lettera raccomandata a/r al tour operator e all’agenzia di viaggi, con la descrizione precisa e dettagliata dei disservizi subiti ed una richiesta di risarcimento danni; allegate alla raccomandata la documentazione raccolta e le fotocopie degli scontrini delle spese sostenute. Fate, inoltre, riferimento, oltre al risarcimento delle spese sostenute, anche al danno da stress psico-fisico subito e in caso di non accoglimento del reclamo ricorrete al Giudice di pace.

Può capitare, inoltre, che all’arrivo in albergo non ci siano camere disponibili a causa di overbooking e che l’albergatore vi sistemi un albergo di categoria inferiore. Anche in questo caso avete diritto a essere risarciti della differenza tra il prezzo effettivamente sborsato dal viaggiatore ed il prezzo della nuova sistemazione ma è anche possibile presentare domanda per risarcimento del danno da vacanza rovinata (vedi procedura di sopra).

Se reputate il vostro albergo di qualifica inferiore rispetto a quella decretata dalle relative stelle potrete inviare una lettera di segnalazione all’Assessorato al Turismo della Regione.

Per i furti in albergo, ricordate che ai sensi dell’art. 1783 del c.c., gli albergatori sono responsabili della sottrazione delle cose portate dal cliente in albergo. Tuttavia, tale responsabilità è limitata al valore di quanto sia stato sottratto, sino all’equivalente di cento volte il prezzo giornaliero della stanza.

In caso di infortunio, se l’albergo è assicurato la compagnia assicuratrice dovrà provvedere a risarcire il danno subito. In caso contrario, dovrete sporgere denuncia alle competenti autorità documentando con idonea certificazione medica l’accaduto.

Se vi accorgete, al rientro, dall’estratto conto della carta di credito che l’albergatore ha effettuato una maggiorazione dei costi non preventivata e siete in grado di dimostrare quale fosse il prezzo effettivamente pattuito, potete chiedere il risarcimento delle somme non dovute. Per questo è consigliabile di farsi anticipatamente trasmettere un preventivo dettagliato anche in ordine alle spese accessorie.

LINK UTILI

Vacanze estate 2012: i consigli per lasciare la casa in sicurezza.

Ferragosto 2012: i consigli utili per non farsi fregare.

Vacanze in città: occhio ai rincari, parola di Federconsumatori.

Vacanze estive 2012: attenzione ai prezzi nelle località turistiche.

Smarrimento bagagli cosa fare: la procedura per il risarcimento danni.

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 3 voti.