Smarthelp: il computer si rompe? Ci pensano i ragazzi di Smarthelp. Parla Guido Brosca

Scritto da: -

Il sito fornisce assistenza via internet o a casa per ogni tipo di problema. A idearlo un italiano.

smarthelp.jpg

Innovare vuol dire anche creare ciò che prima non c’era. Un oggetto, un servizio o, perché no, un lavoro. È il caso di una start up lanciata da un gruppo di giovani informatici che propone un’assistenza on line per tutte le volte che il nostro computer, si infetta, si rompe o semplicemente rallenta.

Con una spesa che va dai 15 ai 60 euro, da pagare solo quando il problema è risolto.

Questa l’idea alla base di Smarthelp, come ci spiega il suo fondatore Guido Brosca:

 ”Il nostro sito è molto semplice da navigare, somiglia al generico marketplace dove si acquistano le applicazioni per Iphone, Android e così via. Si seleziona un servizio dal nostro catalogo per la risoluzione di un problema piuttosto che per una configurazione, ci si connette ad uno dei tecnici della nostra squadra e via chat si inizia a fornire assistenza dopo il classico pagamento anticipato via carta di credito”.

Senza muoversi da casa, quindi con tempi e costi molto ridotti, il tecnico e il cliente possono interagire, ovviamente dopo che il cliente abbia dato il suo consenso.

“Il tecnico entra nel computer di chi chiede assistenza con il suo consenso e finche lui lo desidera, i nostri tecnici seguono un rigorosissimo codice della privacy, non entrano in aree del computer se non è il cliente a permetterlo. Per entrare nel computer a distanza di un’altra persona ci sono dei software che vengono utilizzati esplicitamente per questo, noi ricorriamo ad una delle migliori formule esistenti sul mercato in materia di protezione dei dati personali, che abbiamo integrato con un sistema creato appositamente da noi permettere l’accesso fino al termine della sessione, non oltre. Funziona così: il cliente scarica un piccolo plug in, in quel momento il tecnico inizia a muovere il mouse del cliente, interviene per fare le cose stabilite fino al termine del lavoro quando il programma è cancellato e non c’è più possibilità di entrare nel pc del cliente”.

Dietro l’interfaccia di Smarthelp c’è una squadra di tecnici competenti e testati. Non basta, perché il giudizio del cliente è fondamentale per mantenere alto il livello servizio.

 ”Al termine dell’intervento chi chiede assistenza può lasciare un feedback sul lavoro svolto, dare un voto al tecnico, in modo da creare un mercato di tecnici più richiesti. Il feedback per noi è importante per valutare gli assistenti costantemente e migliorare, se necessario, il servizio”.

Quanto ai costi, accanto all’intervento via internet, con costi ridotti che vanno da un massimo di 59 euro per un recupero dati ad un minimo di 15 euro, è previsto anche un intervento a domicilio con costi superiori, quando i problemi riguardano l’hardware o non possono essere risolti da remoto.

“Anche in quest’ultimo caso se il tecnico non riesce a risolvere il problema non si paga nulla. Facciamo anche abbonamenti che garantiscono l’accesso da remoto illimitato a prezzi molto competitivi: 9,90 euro al mese”.

Vota l'articolo:
3.25 su 5.00 basato su 4 voti.