Unione fiscale europea: ecco il progetto della Germania di Angela Merkel

Scritto da: -

Angela Merkel porta avanti il progetto di un'Europa unita fiscalmente e politicamente. Ma che ruolo giocherà la Germania? E gli altri Paesi?

angelamerkel-unione europea-infophoto.jpg

Scatenata Angela Merkel che in attesa dell’approvazione del Fiscal Compact, in programma per il prossimo 12 settembre, guarda avanti e pensa a ridisegnare l’Europa su basi solide. (Foto Infophoto)

Come rileva Eugenio Occorso su Repubblica, nell’idea della Germania c’è “un’Europa più matura, soprattutto più funzionante e più simile agli Stati Uniti”.

Si parte dall’unione fiscale con limiti uguali per la spesa sociale, cioè per la copertura statale per sanità, welfare, pensioni.

Questo faciliterebbe, spiega Occorso, la messa in atto di politiche fiscali “anticicliche”, misure straordinarie (investimenti pubblici, tutele dei lavoratori, esenzioni fiscali) per tamponare le emergenze. 

Ma il vero obiettivo è la trasformazione dell’Unione europea in un vero Stato federale. L’unione come l’immagina Berlino - spiega Occorso - dovrebbe essere supportata da: il Parlamento di Strasburgo per l’approvazione centrale dei vincoli di bilancio come accade oggi con la legge Finanziaria di ogni Paese; la Corte di Giustizia del Lussemburgo per l’esame dei casi di inadempienza; la Bce investita di indipendenza autorità che diventa la vera banca centrale di uno Stato.

La Bce indipendente avrebbe poi massima libertà nell’acquisto dei titoli sul mercato per garantire la stabilità dell’Eurozona.

A proposito di titoli, in quanto Stato federale, la nuova Europa emetterà dei titoli comuni. Ma chissà - fa notare Occorso - se Bruxelles intenderà riassorbire anche una parte dei vecchi debiti statali per assumerseli nelle sue casse?

Altro dubbio: in questo progetto ambizioso, come si inserisce la Germania, che ruolo andrebbe a giocare? Il timore è che poi sia Berlino a dettar legge, molto più di come avviene allo stato attuale.

LINK UTILI

Grecia crisi economica: Samaras chiede più tempo per le riforme.

Moody’s rating Italia: secondo l’agenzia fuori dal tunnel nel 2013.

Tetto anti Spread: stop della Bce, pesa il giudizio della Bundesbank.

Vota l'articolo:
3.25 su 5.00 basato su 4 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Economiaefinanza.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano