Convention democratica 2012: Turiamoci il naso e votiamo Obama

Scritto da: -

Qualche commento economico alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti

infophoto_2012-09-07_150651634_high_07_09_2012_sv_1080.jpg

Una delle battute migliori uscite dalla Convention democratica è stata quella di Ted Strickland, il governatore dell’Ohio: “Se Mitt Romney fosse Babbo Natale venderebbe le renne e darebbe in outsourcing i folletti”. Ok bisogna sapere cosa vuol dire outsourcing, ma in poche battute spiega il credo economico di un uomo che appartiene alla piccola minoranza dei più ricchi uomini d’affari a stelle e strisce (Foto: Infophoto).

Per uscire dalla crisi abbiamo bisogno di redistribuire reddito a favore di chi ha un reddito basso, perché tende a consumare la maggior parte del reddito in più percepito e a far ripartire l’economia. Per Mitt Romney la soluzione ai problemi sarebbe rappresentata dalle vecchie e fallimentari ricette dei repubblicani: deficit pubblico e riduzioni d’imposte per i più ricchi.

Così non farebbe ripartire l’economia e rischierebbe di far perdere al tripla AAA al debito pubblico USA. L’esatto opposto di quello che abbiamo bisogno. Per cui c’è da sperare che dalle prossime elezioni presidenziali esca di nuovo vincente Barack Obama.

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Economiaefinanza.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano