Riforma del Welfare: precari, dopo 36 mesi sarete a tempo indeterminato. Con qualche eccezione

lavoratori.jpg

Cari precari, qualche importante risultato è stato raggiunto con la riforma del Welfare. Infatti i contratti a tempo determinato sono stati attentamente disciplinati e e dopo 36 mesi di lavoro precario, grazie alle contrattazioni delle parti sociali, dovrebbe scattare il contratto a tempo indeterminato. Rimangono fuori soltanto i lavoratori stagionali e le attività individuate dalla contrattazione collettiva.

I 36 mesi sono comprensivi di proroghe e rinnovi, indipendentemente dai periodi di interruzione che intercorrono tra un contratto e l'altro, come spiega Italia Oggi.

In questo modo, non dovrebbero più ripetersi le assunzioni a singhiozzi, quando le imprese dopo 6 o 12 mesi, licenziavano il lavoratore per poi riassumerlo in azienda. 

Per saperne di più visitate Consulenti del lavoro.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO