Disoccupazione Europa: Ocse, un giovane sue cinque è senza lavoro

Secondo i dati appena diffusi dall'Ocse il 22,6% dei giovani europei sotto i 25 anni è senza lavoro. Peggio di tutti Spagna e Grecia. Preoccupano anche Inghilterra, Svizzera e Svezia. Unica eccezione la Germania.

medium_5693844848.jpg


La conseguenza più grave della crisi di questi anni si chiama disoccupazione. A pagarla,  secondo i dati appena diffusi dall'Ocse, sono i giovani sotto i 25 anni.

A marzo erano quasi 11 milioni i giovani tra i 15 e i 24 anni senza impiego nei paesi dell'Organizzazione, il 17,1% di quelli attivi sul mercato del lavoro, 4 punti in più rispetto alle stime del 2008.


L'emergenza sarà affrontata da venerdì al prossimo G20 in Messico anche se, a destare maggiori preoccupazioni sono soprattutto i dati europei. Mentre i paesi dell'Ocse registrano un livello massimo di giovani disoccupati uguale al 2008 (il 18,3%) nell'Unione la percentuale dei senza lavoro raggiunge il 22,1% nell'Area euro e il 22,6% nell'area dei 27.


I dati più preoccupanti arrivano da Spagna e Grecia dove, tra gli attivi, un ragazzo su due è senza impiego. In Italia siamo a uno su tre. La situazione non migliora anche nelle economie più virtuose: rispetto a dicembre 2007 l'Inghilterra è passata dal 13,6% al 21,9%, la Svezia dal 19,3% al 22,8%, la Svizzera dal 6,5 al 7,5.


Unica eccezione la Germania dove i ventenni senza lavoro sono scesi dall'11,4 al 7,9% grazie a politiche efficienti di formazione, apprendistato e ponte tra scuola e lavoro.


Quelle che mancano in Italia.

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO