Terremoto Emilia Romagna: operai al lavoro con liberatoria, è scandalo

Imprenditori senza scrupoli fanno firmare ai lavoratori liberatorie individuali che svincolano le aziende da responsabilità civili e penali nel caso di danni provocati dal terremoto. Nel post ti spieghiamo di cosa si tratta.

lavoratori-emilia-infophoto.jpg


Sono molte le aziende ferme, distrutte o comunque impossibilitate ad aprire le porte degli stabilimenti per far ripartire l'attività, nell'Emilia devastata dal sisma, dove, però, ci sono anche imprenditori senza scrupoli che mettono a rischio l'incolumità dei propri dipendenti.

Alcune imprese stanno cercando di aggirare l'ordinanza del dipartimento della protezione civile, facendo firmare ai lavoratori liberatorie individuali che svincolano le aziende da qualsiasi responsabilità civile e penale nel caso di danni provocati dal terremoto.


A denunciare il fatto, è Antonio Mattioli della Cgil Emilia Romagna, che commenta: "Al peggio non c'è mai fine".


E spiega:


"Stiamo ricevendo segnalazioni su alcune aziende che cercano di baipassare l'ordinanza del dipartimento della protezione civile, facendo firmare ai lavoratori liberatorie individuali sulla responsabilità civile e penale nel caso di danni provocati dal terremoto. non ci sono aggettivi per giudicare un atteggiamento del genere se non quelli della irresponsabilità e dell'indecenza". 


Anche la Confindustria, tramite Giorgio Squinzi, ha bocciato l'iniziativa di questi imprenditori senza scrupoli ma ammette:


"La prima considerazione deve essere la sicurezza. Certamente io ho sempre detto che bisogna ripartire subito, ma in sicurezza". 


LINK UTILI


Terremoto 29 maggio 2012: vendita di Parmigiano, attenti agli sciacalli.


Raccolta fondi terremoto Emilia: ecco che fine faranno i nostri 2 euro.


Terremoto Emilia ricostruzione: dove vanno i soldi delle donazioni?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO