Apps Builder: il sito fai da te per creare applicazioni

Dall'idea di due giovani ingegneri torinesi il sito per creare applicazioni. Facile e aperto a tutti. Parla Daniele Pelleri, uno dei fondatori.

appsfe30c10x338.jpg.jpg


Realizzare un'idea non è mai stato così facile. Persino in tema di app, le applicazioni che permettono di far girare su cellulari e tablet funzioni di ogni tipo, non servono più competenze informatiche approfondite.

Se avete un negozio e volete vendere on line i vostri prodotti, oppure gestire in rete le prenotazioni o semplicemente far girare la vostra musica o le vostre foto sui cellulari dei vostri amici d'ora in poi vi basta andare su apps-builder.com.


A idearlo due giovani ingegneri torinesi che hanno creato un sistema alla portata di tutti, utile per commercianti, blogger, professionisti e creativi. Come funziona? Ce lo dice direttamente Daniele Pelleri, uno dei fondatori del sito:


"Usare app-builder è molto facile, basta andare sul nostro sito e tramite un'interfaccia web trascinare dalle pagine delle applicazioni mobile che si installano sui telefonini Iphone, Ipad, android e anche windowsphone. Quindi tramite il nostro portale chiunque sarà in grado, senza competenze tecniche, di poter realizzare applicazioni e distribuirli sui vari store. Prima di tutto occorre registrarsi, entrare nel proprio pannello e trascinando con il mouse determinati elementi, andare a comporre l'applicazione come meglio si crede aggiungendo informazioni a immagini a icone, per comporle in maniera molto semplice e intuitiva. I nostri clienti sono di tutti i tipi, albergatori, ristoratori, blogger che vogliono far girare i contenuti dei loro blog anche sui telefonini. Viene utilizzata da chiunque per qualsiasi hobby interesse o attività".


Fra quelli che hanno già usato app-builder c'è il ristoratore che ha creato un'applicazione da distribuire ai propri clienti i quali , tramite il loro telefono possono vedere il menù, fare prenotazioni e ricevere informazioni e promozioni in tempo reale. Il servizio è gratuito per 30 giorni scaduti i quali ci sono due piani, uno da 19 euro al mese e uno più avanzato da 49 euro al mese, che permette di personalizzare alcuni aspetti dell'app. Disponibile anche un servizio per monitorare le statistiche e inviare delle informazioni e messaggi ai propri clienti.


Pelleri ce l'ha fatta anche se, come spesso accade in questi casi, il successo è arrivato dopo anni di fatiche.


"La difficoltà più grossa per un giovane che decide di avviare una start up è convincersi che quello che si sta creando oggi ha un valore molto più grosso. Noi ci siamo affidati a due venture capitalist e grazie alla loro esperienza siamo riusciti a trasformare il nostro piccolo progetto e sito internet in una vera realtà  in cui migliaia di applicazioni vengono caricate ogni giorno, dai quiz ai programmi per leggere le notizie su squadre di calcio a quelle che trovate negli app store per leggere la bibbia a quelle di barzellette".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO