Tagli alle festività: meno ferie per aumentare il Pil, ipotesi forse al Cdm

La proposta di taglio alle festività, pensata per aumentare il Pil, potrebbe essere esaminata nel prossimo Consiglio dei Ministri

ferie-pil-infophoto.jpg


Si torna a parlare di tagli alle festività, ipotesi che era stata presa in considerazione anche dal governo Berlusconi.

L'idea, confermata in ambienti governativi, potrebbe essere esaminata nel prossimo cdm dopo il parere di quattro ministeri chiave. 


L'idea alla base di questa scelta - come spiega PolisBlog - è quella di accorpare le festività alla domenica successiva.


Se la proposta dovesse andare in porto, le festività che rientreranno saranno probabilmente solo quelle laiche, come il 25 aprile, il 1 maggio, il 2 giugno, mentre per i santi patroni, il taglio potrebbe riguardare solo i territori con un effetto minimo sul Pil.


Addio quindi a Sant'Ambrogio?


LINK UTILI


Tagliare le ferie per aumentare il Pil.


Spending review 2012: taglio dirigenti e dipendenti pubblici.


Spending review 2012: le province a rischio.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO