Governo Monti manovre: "Ai cittadini abbiamo già chiesto molti sacrifici"

Mario Monti ha parlato ai microfoni di Tgcom24 sulla Spending review e sulla situazione dei mercati

monti-tgcom-infophoto.jpg


"La strada della crescita  è ancora lunga da percorrere". Lo ha affermato il premier Monti ai microfoni di Tgcom24 ribadendo che non intende lasciare il suo incarico, almeno fino a quando non  avrà portato a termine il suo compito: risollevare le sorti del Paese, portarlo fuori dal pericolo del default.

Ha spiegato Mario Monti (Foto Infophoto):


"I risultati del nostro operato si vedranno soltanto in futuro, più avanti, ma il governo vuole essere sicuro di lasciare quando sarà completato il suo compito. Dobbiamo lasciare un'Italia con i muscoli meglio allenati per una buona crescita economica sociale e civile". 


Monti ha poi parlato dei "molti sacrifici" compiuti dagli italiani negando l'ipotesi di taglio alle tredicesime per i dipendenti statali.


Quello che avverrà - e ormai è un dato di fatto - è l'accorpamento delle province (vedi qui l'elenco), che da gennaio 2013 saranno 43 anziché 107. 


Nell'intervista Monti ha parlato anche dell'andamento dei mercati rassicurati dall'intervento di Mario Draghi e prevedendo che in agosto "non ci saranno cose straordinarie e credo che saremo tutti vigili".


Proprio ieri 26 luglio 2012 il presidente della Bce, Mario Draghi, ex governatore della Banca d'Italia, ha affermato che "l'euro è irreversibile e la Bce è pronta a fare tutto il necessario per salvare la moneta unica" e che  "l'area euro è più forte di quanto non le venga riconosciuto" ed "è impensabile immaginare la possibilità che un Paese possa uscire dall'eurozona".


LINK UTILI


Taglio province 2012 elenco: regione per regione, chi si salva e chi no.


Spending review 2012: tagli alla spesa dei ministeri, tutti i dettagli.


Spread oggi: differenziale alle stelle, è allarme rosso.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO