Pagamenti in contanti limite: bancomat sopra i 50 euro, la polemica di Federconsumatori

Vietare i pagamenti in contanti sopra i 50 euro, questa la norma che potrebbe far parte del "decreto Sviluppo 2"

contanti-limite-infophoto.jpg


Fra pochi anni probabilmente i contanti non esisteranno più, ma pagheremo tutti con carta di credito o bancomat, una modalità che serve sicuramente da ostacolo all'evasione fiscale. (Foto Infophoto)

Ma deve essere a nostro avviso un percorso graduale, soprattutto per facilitare chi non ha dimestichezza nei pagamenti elettronici, come le persone più anziane.


Lo fa notare anche la Federconsumatori commentando la proposta del governo di rendere obligatorio, dal primo luglio del 2013, per gli importi superiori a 50 euro il pagamento con il bancomat.


"Troviamo esagerata" - spiega l'associazione -  "la soglia relativa al pagamento con moneta elettronica: seppure richiediamo da anni la piena tracciabilità dei pagamenti, misura utile nella lotta all'evasione, il limite di 50 Euro per il pagamento in contanti risulta eccessivamente basso" - e chiede - "per agevolare soprattutto le persone anziane, in molti casi ancora poco pratiche del pagamento con carta, chiediamo si innalzi tale soglia ad almeno 100 Euro".


La Federconsumatori chiede giustamente "l'azzeramento di tutte le commissioni a carico dei cittadini che dovranno pagare con carta" spiegando che "non è tollerabile trasformare un'operazione contro l'evasione fiscale in un regalo alle banche, per questo bisogna agevolare anche i piccoli commercianti e artigiani ancora non muniti di bancomat, le cui spese inevitabilmente ricadranno sui prezzi e sulle tariffe applicate ai cittadini".


LINK UTILI


Bollo auto: solo in contanti se si paga all'Aci.


Visa Europe investe su pagamenti elettronici e nuove tecnologie.


Mobile pagamento: mercato vale 700 milioni di euro nel 2011.

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 9 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO