Marchionne risponde a Della Valle: "Non rompa"

Il patron della Tod's se l'era presa con l'ad della Fiat, azienda "presa con le mani nella marmellata"

eeeeeMarchionne.jpg


 Della Valle contro Marchionne, Marchionne contro Della Valle. Sarà che siamo alla vigilia di Fiorentina-Juventus, ma la polemica tra due dei maggiori imprenditori italiani continua. A distanza, ma continua. Ora, a replicare alle ultime battute del patron della Valleverde, ci pensa Sergio Marchionne, che dall'assemblea degli industriali di Torino rilancia: "L'azienda nel suo complesso non è malata, è sana ed è in ottima forma - le sue parole - il governo deve fare la sua parte per rimuovere quelle zavorre che stanno ancorando il nostro Paese al passato". Marchionne si difende e cerca di rilanciare: "Ho cercato per otto anni un partner straniero per la Fiat ma non l'ho trovato. Su questo ammetto di avere fallito. Ma confermo l'impegno della Fiat verso questo Paese".

Poi l'ad del Lingotto risponde all'ennesimo scontro con i Della Valle: "La smetta di rompere", le sue parole riferite al patron della Tod's, che in precedenza aveva etichettato la Fiat come "presa "con le mani nella marmellata perché se ne voleva andare": "Questi improvvisati della Fiat ci vogliono raccontare perché non fanno automobili in Italia. La banalità è tale che l'indisponenza viene perché ci si vuole prendere in giro con argomenti non convincenti". La replica di Marchionne: "Il fatto di attaccarsi allo straniero come salvatore dell'Italia è la più grande pirlata che abbia mai sentito in vita mia. Uno può fare scelte di mercato molto chiare, può comprare macchine che non sono nostre, ma non cerchiamo di ammirare troppo gli altri". Domani si gioca Fiorentina-Juventus: ma le polemiche andranno ben oltre...

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO